La postura

 

Spesso un luogo comune porta a pensare che una poltrona direzionale debba essere di grandi dimensioni. Non è così, in quanto qualunque sia la funzione operativa, deve sedere un essere umano, per cui le dimensioni devono essere sempre contenute e coerenti con l’ergonomia. Braccioli molto larghi, sedili troppo profondi, cuscini nei quali si affonda, non consentono un confortevole assetto posturale sia in fase di lavoro al tavolo che di relax.

postura uno

1) Variazione frequente della posizione di seduta. Evitare una seduta statica, preferire una seduta dinamica.

 

2) Il piano della seduta deve essere utilizzato per l’appoggio totale del peso, così che lo schienale possa offrire il giusto sostegno. Quindi il sedile deve essere occupato completamente.

 

3) L’altezza dello schienale deve essere tale da sostenere la regione lombare.

postura 2
post 3

4) L’avambraccio deve poggiare sul piano di lavoro creando un angolo di 115° con il braccio.

 

5) L’altezza di seduta è regolata correttamente quando l’angolo formato dal ginocchio con il piano di seduta è di 90°. Quindi il sedile non deve essere regolato troppo in alto.


6) Le persone basse di statura devono utilizzare un poggiapiedi.

 
post 6